Reflusso gastrico notturno, trova la soluzione!

13/5/2017

Reflusso gastrico notturno, trova la soluzione!

Category Categoria Consigli


1 persona su 3 ne soffre. Questo è l’impressionante dato al giorno d’oggi in Italia. Il reflusso gastrico è un disturbo diffusissimo e molti di noi ne sono affetti senza esserne consapevoli.

Anche tu soffri ogni tanto di bruciore di stomaco al risveglio o durante la notte?

Se si, faresti bene a leggere attentamente questo articolo e a non sottovalutare questo fastidioso disturbo, che all’inizio può configurarsi come una condizione patologica, ma che a lungo andare, potrebbe diventare una vera e propria malattia cronica.

Non perderti queste 4 veloci soluzioni per limitare il reflusso gastrico a partire da stanotte!

Bruciore di stomaco notturno: un primo sintomo d’allarme

Se soffri periodicamente di bruciore di stomaco durante la notte oppure al risveglio, diciamo almeno una volta a settimana, potresti soffrire anche tu di reflusso gastrico.

Peso, fumo, alcolici, cioccolato e caffè…

Sembra doveroso fare una puntualizzazione con delle “massime” che sicuramente avrai già sentito almeno una volta. Evita di esagerare con questi ben noti nemici del sonno e della tua salute, cerca di:

  • non mangiare troppo a cena;

  • non esagerare con le bevande alcoliche, soprattutto durante la cena;

  • non fumare troppo (fumare infatti indebolisce la valvola che si trova tra lo stomaco e l’esofago);

  • cerca di evitare dessert al cioccolato e caffè dopocena.

Si, è molto difficile mettere in pratica questi consigli, ma vale la pena dormire male di notte e compromettere la qualità del tuo riposo?

Soluzione 1: il cuneo relax

Altrettanto valida ed efficace come soluzione è quella di adottare un materassino triangolare per rialzare il tuo materasso nella zona cervicale e quindi dormire con una leggera pendenza a favore dello stomaco per contrastare con la forza di gravità la “risalita di succhi gastrici”. Lo stesso effetto lo puoi ottenere con una rete a doghe reclinabile.

Soluzione 2: dormire sul fianco sinistro per digerire meglio

Da recenti ricerche del “The Journal of Clinical Gastroenterology” è emerso che dormire sul fianco sinistro mantiene la giunzione tra esofago e stomaco al di sopra del livello dell’acido gastrico, in particolare limita il reflusso gastrico, quindi, il nostro primo consiglio è di provare a dormire su un fianco sinistro.

Soluzione 3: una camminata dopo cena aiuta digerire meglio e stimola la circolazione sanguigna

Cerca di non praticare attività fisica prima di andare a dormire, piuttosto fai una bella camminata di circa 20 minuti a passo sostenuto, in questo modo favorirai la tua digestione e diminuirai le probabilità di avere acidità di stomaco durante la notte.



Cerca nel blog
Contatti

Somaschini Lane
22060 Carugo (Co) - via Garibaldi, 15
tel. +39 031 761241 r.a.
fax +39 031 763605
p.iva 00221790132